Fuoco e Fiamme

Mar 5, 2022 | Brunch con VAIA

Photo byAlessandro Bianchi su Unsplash

“Lo scopo di un inventore è essenzialmente salvare vite. Se egli riesce a sfruttare le forze naturali, se migliora le apparecchiature o fornisce nuovi conforti e convenienze, aggiunge sicurezza alla nostra esistenza.

– Nikola Tesla

Ciao,

Continua la nostra rubrica sulle notizie positive dal mondo della sostenibilità. 

L’edizione odierna tratta il tema dell’energia sostenibile: argomento tanto complesso quanto delicato, specialmente nei giorni immediatamente successivi all’offensiva russa nei confronti dell’Ucraina, considerato il potere che Mosca esercita su Bruxelles in quanto a produzione energetica.

Il nostro intento è portare un barlume di speranza in questa situazione di spontaneo sconforto di fronte all’impotenza del non poter agire, nella consapevolezza che, in qualsiasi situazione, si possa sempre portare un cambiamento, seppur apparentemente esiguo, rispetto alla portata degli eventi.

In attesa di vedere la pace ristabilirsi in Europa, esprimiamo piena solidarietà nei confronti delle vittime e dei familiari coinvolti in questo assurdo conflitto. 

Di seguito, il consueto indice di notizie che abbiamo deciso di amplificare:

  1. BEYOND VAIA Uno sguardo al Futuro
  1. GREEN SCREEN Cose da un altro mondo
  1. SUSTAINABLE TIPS Il Cambiamento a piccoli passi
  1. INSPECT YOUR GADGET La Natura dell’Innovazione
  1. ART in Earth Dentro la Bellezza
  1. VAIA MUSICIl suono della Resilienza
  1. VAIA News Tutte le novità dal mondo VAIA
  1. (Y)OUR VOICE La parola dei Vaier

dossier sulle principali notizie di cronaca e politiche ambientali.

Di fronte all’attuale contesto di minaccia bellica sugli Stati europei, che ha portato alla chiusura dei confini economici con la Russia, si è resa sempre più esplicita l’urgenza di un sostanziale allontanamento dai combustibili fossili, per una transizione verso energie rinnovabili e che rendano le Nazioni pressoché autonome a livello energetico.

Tra i Paesi dell’UE, l’Italia importa dalla Russia più del 40% di gas naturale per la produzione di elettricità, rendendo l’economia del Paese di fatto dipendente dalla disponibilità estera. 

Tuttavia, una nuova luminosa speranza si è accesa dal nord Europa. 

Di recente, il reattore a fusione nucleare Jet, del consorzio Eurofusion e cofinanziato dalla Commissione Europea ha raggiunto un nuovo record di produzione energetica, toccando i 5 secondi di reazione. 

Può sembrare irrisorio, ma apre la strada ad un processo di reazione duraturo e funzionale ad una produzione stabile. 

Il processo richiede l’unione di due isotopi dell’idrogeno, il deuterio e il trizio, che vengono fusi ad altissime temperature e a bassa pressione, simulando quello che accade all’interno di una stella. Per fonderli servono temperature altissime, seguendo un processo estremamente energivoro, poiché richiede normalmente più energia prodotta da idrocarburi di quanto ne verrebbe prodotta.

Ma la ricerca si sta muovendo celermente, nella speranza che sia alla velocità della luce. 

Chissà come avrebbe reagito Nikola Tesla se nel diciannovesimo secolo gli avessero rivelato che in futuro una produzione di energia pulita e gratuita per tutti sarebbe davvero stata possibile.

Clicca il link seguente per leggere l’intero articolo:

GREEN SCREEN – Cose da un altro mondo

Continua a leggere per scoprire curiosità e soluzioni innovative dal mondo green

A un anno dalla sua pubblicazione, vi proponiamo una lettura avvincente e formativa riguardo quanto sta accadendo al clima; un libro rinfrescante ed esaustivo, per quanto sia un racconto lontano dall’essere spensierato.

Stiamo parlando di Under a White Sky (dall’inglese, Sotto un Candido Cielo), di Elizabeth Kolbert,scrittrice e giornalista statunitense. 

Il libro affronta, in buona sostanza,  il tema degli effetti che l’azione dell’uomo ha sul Pianeta Terra e di come, arrivati a questo punto, sia fondamentale riuscire ad avere un impatto su questo impatto.

Nella terza parte del suo libro l’autrice esamina la questione dell’effetto serra causato dai combustibili fossili e di un nuovo approccio per risolvere il problema, raccolto sotto il cappello della geoingegneria. Per quanto possa sembrare fantascienza, la geoingegneria studia metodi innovativi per ridurre gli effetti dell’inquinamento attraverso l’applicazione di strumenti alternativi e altamente tecnologici sull’ambiente : si citano alcuni esempi, tra cui quello di raccogliere il biossido di carbonio libero in atmosfera per poi renderlo solido e interrarlo

Altre soluzioni risultano meno invitanti, come la proposta di rilasciare nell’aria del particolato in grado di riflettere la luce solare, per ridurre l’effetto serra: che tuttavia trasformerebbe il cielo da azzurro a bianco (di qui il titolo del libro). 

Lungo la narrazione Elizabeth Kolbert parla di come sia cruciale la scala su cui si decide di agire, poiché solo attraverso il movimento unisono degli individui che abitano il pianeta si può creare un risultato sufficientemente rilevante. Ma anche così potrebbe non bastare in quanto tutto è fondamentalmente connesso a un piano di intervento globale.

Il produttore radiofonico Roman Mars intervista l’autrice nel suo podcast 99% Invisible (436 – Oops, Our Bad).

Puoi seguire il podcast in lingua originale dal seguente link: 

Scopri di più su 99% Invisible e Radiotopia cliccando qui: 

SUSTAINABLE TIPS – Il Cambiamento a piccoli passi

Un consiglio di sostenibilità in formato tascabile.

Abbiamo già visto quanto il conflitto interno all’Europa ha aperto il vaso di Pandora sull’imminente crisi energetica che il mondo si troverà ad affrontare.

Di qui sorge la necessità di fare luce sul consumo, a livello di sistema economico e di sfera di azione individuale. Il nostro consiglio sostenibile di oggi si concentra sui modi per consumare meno energia e meglio, concentrandosi principalmente sul consumo domestico.

Terna (Rete Elettrica Nazionale) evidenzia nel 2020 una crescita di circa il 2% dei consumi elettrici in Italia rispetto all’anno precedente.

La regola aurea per tutti i dispositivi elettronici è quella di utilizzare – il più possibile – apparecchi aggiornati.

Certamente, non è ideale sostituire un apparecchio appena si presenta una classe energetica più alta, ma è comunque utile fare una valutazione tra l’efficienza di quello che già si possiede rispetto a quella di un nuovo oggetto.

In secondo luogo, è sempre bene spegnere tutti gli apparecchi che non si utilizzano:

– facendo attenzione a non lasciare gli apparecchi elettronici in stand-by

– avendo un occhio di riguardo di non lasciare distrattamente un apparecchio acceso mentre ci si impegna in un’altra attività (aspirapolvere, televisore o pc).

In conseguenza ai recenti avvenimenti che influiscono sulla disponibilità e sui costi energetici, la pagina ufficiale di Data Room, condotto da Milena Gabanelli pubblica un breve vademecum sul risparmio energetico, nel proprio piccolo dominio di azione delle mura domestiche, che si fa espressione del potere democratico individuale all’interno di un sistema economico di mercato.

https://www.instagram.com/p/CaZbFYXB7e_/

INSPECT YOUR GADGET – La Natura dell’Innovazione

Suggerimenti su accessori e strumenti per integrare la sostenibilità al proprio stile di vita.

Condividiamo qualche consiglio legato all’ottimizzazione di ciascun dispositivo domestico:

Frigorifero e congelatore

Devono rimanere sempre accesi è bene sceglierli a basso consumo o usare la modalità ecologica, aprendolo solo per le necessità.

Lavatrice e lavastoviglie

Utilizzarli avendo a cuore il risparmio energetico.

Contrariamente a quanto si pensa, è bene non caricare la lavatrice fino a massima capacità, bensì fino al 75%.

Per entrambe lavare a bassa temperatura.

Forno e piani cottura

Quando si usa il forno non aprirlo spesso e aspettare che raggiunga la temperatura.

Sia per il forno che per il piano cottura sfruttare il più possibile la cottura passiva e il calore residuo accumulato.

Climatizzatore

Usarlo con parsimonia, senza aprire le finestre e attivando il deumidificatore, poiché rende più efficace l’azione del climatizzatore.

In ultimo ma non per importanza troviamo sfruttare l’illuminazione naturale nelle attività giornaliere.

Questa abitudine aiuta anche a rispettare i ritmi circadiani del nostro corpo.

A proposito di luce naturale, ovviamente non manca il consiglio più inflazionato: installare dei pannelli solari e fotovoltaici.
Quale strategia adotterai per ridurre i tuoi consumi?

 ART in Earth – Dentro la Bellezza

Spazio dedicato all’Arte come risorsa piena di vitalità, creativa espressione dell’ingegno umano.

Il Sole, noto miticamente come il titano Elio, ha forgiato le migliori condizioni per la vita sul pianeta, eppure rimarrà per sempre inarrivabile, un oggetto tanto distante quanto capace di creare conforto, di produrre energia, o di seminare distruzione. 

Le opere di Olafur Eliasson vertono la loro orbita di esplorazione proprio intorno all’astro più importante per la vita sulla Terra, il Sole. 

Eliasson è un artista sensibile alle istanze climatiche globali.
Nel 2012 insieme all’ingegnere Frederik Ottesen fondano Little Sun, un’azienda a vocazione sociale, che produce e distribuisce lampade solari e caricabatterie da utilizzare nelle comunità autosufficienti. 

La luce, o per meglio dire il Sole, è fulcro nella ricerca artistica di Eliasson “The Weather Project” (2003), come elemento atavico che unisce tutte le forme di vita e pone in esame il rapporto uomo-natura, attraverso altri ricorrenti elementi naturali.

Questa opera proietta l’immagine di un piccolo sole all’interno di una sala, dedicata interamente a questa esperienza sensoriale e spaziale.

La volta dello spazio in cui viene contenuto la simulazione del nostro astro è altissima, impossibile raggiungerla se non con lo sguardo; l’ambiente interno è pensato per essere abitato da più persone contemporaneamente. In questo modo, lo stesso pubblico diventa parte dell’opera e di conseguenza le stesse sensazioni provate entrano a farne parte, intrecciandosi con quelle del proprio vicino nella penombra di una luce soffusa ma totalizzante.

Il link di seguito porta al sito ufficiale dell’artista, diretto al progetto:

VAIA MUSIC – Il suono della Resilienza

Ciò che c’è di più vicino a VAIA, la musica: la forma più pura dell’espressione artistica.

Eppure Soffia – Pierangelo Bertoli

What’s the Frequency, Kenneth? – R.E.M.

Island in the Sun – Weezer

VAIA News – Tutte le novità dal mondo VAIA

Aggiornamenti sulle nostre attività: Collaborazioni, Eventi, Articoli e Iniziative

Nel periodo attuale,  VAIA si trova coinvolto in una fase di progettualità creativa.

Il lavoro su cui si sta concentrando il Team attualmente è la collaborazione con realtà, organizzazioni e aziende che operano in un ecosistema internazionale.

L’attenzione è rivolta, in particolare, a tutta la potenzialità che VAIA Cube può ancora offrire, per stringere nuovi legami e creare ponti tra realtà dinamiche che abbiano voglia di entrare in contatto con il mondo VAIA. 

Non vediamo l’ora di poter condividere maggiori dettagli con tutta la community. 

Continua a seguirci per non perderti tutti gli aggiornamenti.

A quali iniziative vorresti vedere partecipare VAIA e la sua community?

(Y)OUR VOICE – La parola dei Vaier

Non è un caso che gli oggetti creati da VAIA abbiano come fulcro semantico il principio di amplificare; poiché sono pensati per dare risalto ai sensi.
In VAIA il nostro obiettivo è costituire una piattaforma di amplificazione di idee, visioni, desideri e opinioni.

Per questo ci piacerebbe sapere cosa vorresti trovare nelle prossime rubriche, come potremmo contribuire a soddisfare la tua curiosità dal mondo green, e cosa tu ritieni che si meriti di essere amplificato. 

Intanto, ti ringraziamo di aver partecipato a questo Brunch sostenibile, e ti auguriamo buon fine settimana, in attesa di rivederci al prossimo appuntamento.

A presto!

Silvia

Rimani aggiornato

Entra nella community di VAIA

Privacy Policy

You have Successfully Subscribed!