Una Questione di Stile

Feb 10, 2021 | Brunch con VAIA

Foto di Denys Nevozhai su Unsplash

Nel carattere, nell’atteggiamento, nello stile, in tutte le cose, l’eccellenza suprema è la semplicità. – Henry Wadsworth Longfellow

Ciao Vaier,

Dopo una pausa estiva, continua il nostro ciclo di Newsletter sul tema della sostenibilità. 

In queste edizioni vogliamo tenere la community in costante aggiornamento sulle notizie positive dal mondo della sostenibilità, a livello locale e globale.
L’esito di una storia deriva anche dal valore della sua narrazione.
Per questo abbiamo scelto di guardare al futuro con positività e di raccogliere in queste uscite notizie luminose, che propongano soluzioni creative e ingegnose come motore di una rinascita ecologica.
Reinterpretando, quindi, la celebre citazione crediamo che la sostenibilità sia troppo importante per essere presa sul serio, specialmente durante l’attuale epoca storica che stiamo vivendo. 
Nella consapevolezza che alle grandi sfide si debba far fronte in collettivo, vogliamo alimentare l’entusiasmo del pubblico verso le mille possibilità che ci vengono offerte dal prossimo per essere più sostenibili e per impegnarci verso un futuro in connessione con l’ambiente.

Questo è l’indice di notizie che abbiamo deciso di amplificare:

  1. BEYOND VAIA Uno sguardo al Futuro
  1. GREEN SCREEN Cose da un altro mondo
  1. SUSTAINABLE TIPS Il Cambiamento a piccoli passi
  1. INSPECT YOUR GADGET La Natura dell’Innovazione
  1. ART in Earth Dentro la Bellezza
  1. VAIA MUSIC Il suono della Resilienza
  1. VAIA News Tutte le novità dal mondo VAIA
  2. (Y)OUR VOICE La parola dei Vaier

1. BEYOND VAIA – Uno sguardo al Futuro
Un breve dossier sulle principali notizie di cronaca e politiche ambientali.

Gli effetti del cambiamento climatico ci stanno riguardando sempre di più e sempre più da vicino, ma essendo una questione altamente complessa, è facile sentirsi sopraffatti e chiedersi come si possa agire nel concreto, contribuendo a migliorare almeno nella misura del possibile, al riscaldamento della temperatura globale. 

Senza lasciarsi prendere da quella che ormai viene definita come eco-ansia, cioè un sentimento negativo di sconforto legato alla situazione globale dell’ambiente, è utile fermarsi a pensare a quanto si possa fare per ridefinire il proprio stile di vita per renderlo più rispettoso delle risorse della Terra.

Di fatto, per fermare e sanare lo stress ambientale in corso, sono necessarie misure politiche volte ad una transizione ecologica, misurabile e funzionale.

In effetti, la politica si sta dimostrando sempre più attenta alle nuove sensibilità del nostro tempo, anche e soprattutto grazie all’attivismo dei movimenti ambientalisti internazionali di studenti e giovani, uniti per la causa climatica.

Il movimento che viene battezzato Fridays for Future – chiamato anche Youth4Climate o School Strike 4 Climate – prende forma grazie all’attivismo di Greta Thunberg che nel 2018 avvia il suo iconico sciopero scolastico, presidiando di fronte al parlamento svedese con l’insegna che cita “Skolstrejk för klimatet”  che passerà alla storia.

Mentre a Bruxelles, dal 27 al 30 Settembre, si è tenuta una sessione storica presso la Parliamentary Assembly of the Council of Europe (PACE),  in cui si è discusso della salubrità ambientale come diritto fondamentale dell’uomo, Milano ha ospitato la conferenza di Youth4Climate che ha aperto il tavolo di confronto per la Pre-Cop26.

L’evento è un summit informale e preparatorio della  Cop-26 che avrà luogo a metà novembre dell’anno corrente.  Il Presidente del Consiglio Draghi ha dichiarato l’impegno dell’Italia per ridurre il proprio impatto sull’ambiente e ridurre tempestivamente  le emissioni di CO2.

Per leggere l’articolo completo clicca sul pulsante di seguito:

Insomma, il terreno sembra fertile per far fiorire nuove pratiche economiche in grado di dare il via a un nuovo modello. Un report del WWF dello scorso agosto spiega che se i governi investissero propriamente 500 miliardi di dollari in posti di lavoro green tagliando i fondi spesi in investimenti dannosi per l’ambiente, si genererebbe una richiesta fino a 39 milioni di posti di lavoro. Lo studio inoltre solleva un punto fondamentale: l’esito occupazionale è direttamente proporzionale all’investimento fatto da ciascun paese per una transizione ecologica.
I fondi della Next Generation Eu – di cui oltre 200 miliardi sono destinati all’Italia – costituiscono dunque un cardine fondamentale in questo processo di svolta.

Puoi proseguire con la lettura dell’articolo cliccando il seguente link:

2. GREEN SCREEN – Cose da un altro mondo

Continua a leggere per scoprire curiosità e soluzioni innovative dal mondo green

A proposito di professioni della sostenibilità, lo studio dello scorso marzo:  ‘La solidità della reputazione al tempo della società liquida e della trasformazione digitale’, presentata da Sec Newgate sulla piattaforma www.secnewgateliveexperience.com, fa emergere come nell’ultimo anno gli hashtag a tema sostenibilità sono cresciuti del 40%, di cui la gran parte senza necessità di sponsorizzazione a pagamento. 

Questo è dovuto anche alla preferenza sempre più marcata, in ambito aziendale, di collaborare con quelli che vengono definiti green influencer. 

Il dato è interessante poiché denota la crescente sensibilità del pubblico verso l’ecologia, spingendo a cercare e seguire contenuti informativi completi e presentati da professionisti che hanno scelto di fare della divulgazione online una vera professione.

Potete scoprire di più leggendo il seguente articolo:

Qualcosa sta nettamente cambiando nelle abitudini delle persone e negli sforzi messi in campo per dare voce alla sostenibilità ambientale .

Per citare un esempio concreto, durante i mesi dell’emergenza sanitaria la difficoltà nel trovare un mezzo di spostamento sicuro ha portato i cittadini a cercare una soluzione che garantisse il distanziamento ma che fosse comunque agile. In questo modo, l’uso della bicicletta è cresciuto notevolmente in tutta Europa, dove sono stati investiti oltre un miliardo di euro per accrescere l’infrastruttura ciclabile, per un totale di circa 2.300 km di piste ciclabili su tutto il Vecchio Continente. 

European Cyclists’ Federation (Ecf) ha fatto una stima di questo aumento, che è avvenuto a livello globale, utilizzando in particolar modo lo strumento dell’Eco-Counter (un contatore di ciclisti e pedoni attivo in 55 Paesi), considerato tra i mezzi più efficaci. In Italia a settembre 2020 si registra una crescita del 27%. Questa recente consuetudine urbana porta con sé numerosi vantaggi: dal punto di vista energetico si riducono drasticamente i consumi e i conseguenti costi del carburante per gli spostamenti su gomma; inoltre con meno macchine in circolazione si assiste a un incremento diretto della salute pubblica, dovuto al minor inquinamento e all’attività sportiva connessa all’uso del trasporto a pedali.

L’ascesa improvvisa di questo settore ha portato anche al benessere dell’industria, che ha registrato una crescita del +20% nella produzione e del +6% nell’occupazione.

Non è una novità che l’uso della bici sia tra i metodi di spostamento più civili e responsabili del nostro tempo: per questo è auspicabile che queste tendenze continuino a crescere anche durante gli attuali mesi di ripresa dopo l’emergenza da Covid-19.

Scoprite di più cliccando di seguito:

E tu, vivi in una città che ti permette di utilizzare facilmente la bicicletta?

3. SUSTAINABLE TIPS – Il Cambiamento a piccoli passi
Il nostro consiglio di sostenibilità in formato tascabile.

Nella rubrica della scorsa settimana abbiamo parlato di moda sostenibile. Per rimanere sul tema della bellezza oggi affronteremo un settore per certi versi affine, ma che diverge in molti aspetti: il green beauty.

L’industria della cosmesi sembra privilegiare la naturalità e la sostenibilità, anche nello stile e nelle tendenze, sempre più lontane dall’artificio estremo, per propendere verso la ricerca di un  trucco quanto più possibile naturale.  Questo settore esercita un forte interesse sui mercati internazionali e proprio per questo è sempre più grande la volontà di evolversi in un’ottica eco-friendly, dal packaging alla composizione del prodotto (anche conosciuto come INCI, International Nomenclature of Cosmetic Ingredients). Diversi i brand stanno innovando la propria filiera e altri stanno nascendo proprio da questa filosofia.I brand di cosmesi che entrano a far parte di questo movimento hanno l’obiettivo di creare un impatto positivo sulle persone, l’ambiente e la comunità. Le formulazioni di molti prodotti, oltre a seguire spesso politiche cruelty-free, non prevedono parabeni, siliconi, filtri chimici, coloranti e sono realizzati con sostanze biocompatibili. 
Di riduzione di siliconi e solfati in ottica sostenibile ne parlano anche gli influencer. Molti personaggi dello spettacolo si stanno schierando dalla parte del beauty green. Pensiamo a Gwyneth Paltrow, da diversi anni ambasciatrice del green living. Miranda Kerr invece si è fatta conoscere tramite la sua linea di skincare certificata e rispettosa della natura.

Raccontaci di più: a che punto sei del tuo percorso verso uno stile di vita sostenibile? 

4. INSPECT YOUR GADGET – La Natura dell’Innovazione
Suggerimenti su accessori e strumenti per integrare la sostenibilità al proprio stile di vita.

Nella transizione verso uno stile di vita sostenibile, l’ambito da cui si può facilmente iniziare è sicuramente la manutenzione dell’ambiente domestico, partendo dalla scelta di detersivi ecologici. 

La start-up tedesca Everdrop ha lanciato la sua idea innovativa di ridurre al minimo l’iniquo utilizzo di flaconi per i detersivi. Tutti i prodotti sono infatti in formato a capsula e dissolvibili in acqua. 
Questo permette di risparmiare enormemente sia sul trasporto che sulla produzione. 
Potete provare i loro prodotti visitando il sito web:
https://www.everdrop.it/
Anche la cura della persona offre molte possibilità di avvicinamento ad abitudini più ecologiche, attraverso la scelta di prodotti sostenibili per la cosmesi. 

Varrà sempre la regola aurea di comprare solo quando necessario e utilizzare il giusto prodotto, senza eccedere nella quantità durante l’utilizzo, ma soprattutto investendo in un prodotto che soddisfi le nostre personali esigenze.

Per ridurre la plastica, tra i prodotti di facile reperibilità sul mercato troviamo saponette e shampoo solidi di diversi tipi e brand, di recente lanciati anche da grandi marchi. 

Allegro Natura è un negozio di Torino che propone diverse soluzione per ovviare l’annoso problema della plastica monouso, oltre che proporre una ricercata selezione di prodotti per la cura del corpo. Inoltre, per chi desiderasse creare la propria routine personalizzata di prodotti di bellezza, la stessa azienda offre consulenze in cui si studia il piano più adatto a chi fa richiesta; è possibile contattare il negozio attraverso i canali di comunicazioni social oppure attraverso il loro e-commerce.
https://allegronatura.it/

In ultimo, riportiamo un concept store fresco, elegante e al passo con i tempi, in cui vengono proposti prodotti dallo stile minimal ricercato, per vivere più in linea con le possibilità dell’ambiente.
https://www.da-zero.it/

 5. ART in Earth – Dentro la Bellezza
Spazio dedicato all’Arte come risorsa piena di vitalità, creativa espressione dell’ingegno umano.

Oggi vogliamo portare l’attenzione su Tomás Saraceno, un artista contemporaneo argentino che, da più di un decennio, esplora attraverso il suo lavoro il rapporto sbilanciato tra uomo e natura.
Le sue opere varcano la possibilità di dialogo tra le diverse forme di vita, l’arte e le scienze attraverso estetiche surrealiste ed esoteriche dove si mette in discussione la supremazia dell’essere umano in quanto specie dominante sulle altre. Allo stesso tempo solleva una critica pungente ai temi del capitalismo e del patriarcato,, immaginando altresì un mondo libero dallo sfruttamento delle risorse fossili.

Cliccando  di seguito potete visitare il sito dell’artista, per provare anche attraverso il mezzo virtuale l’esperienza evocativa della sua poetica:
https://studiotomassaraceno.org/

6. VAIA MUSIC – Il suono della Resilienza
Ciò che c’è di più vicino a VAIA, la musica: la forma più pura dell’espressione artistica.

Wonderful Life – Katie Melua

Alosque – Pegatina 

(Sittin’ On) The Dock of The Bay – Otis Redding 

7. VAIA News – Tutte le novità dal mondo VAIA
Aggiornamenti sulle nostre attività: Collaborazioni, Eventi, Articoli e Iniziative

Il mese di ottobre regalerà alla community di VAIA molte occasioni di incontro. 

Il primo appuntamento si terrà presso Claut, in provincia di Pordenone, dove avrà luogo la prossima opera di piantumazione; la località infatti è stata tra le più colpite durante i giorni della tempesta. L’opera prevede la messa a dimora di un centinaio di piccole piante, affidate a tutte le persone che saranno presenti alla piantumazione.

In seguito troviamo la partecipazione di VAIA alla Venice Design Week. 

Il festival, ogni ottobre da dieci anni, illumina La Serenissima con incontri e conferenze, assemblee e competizioni tutte incentrate sul panorama artistico locale e internazionale. Sarà un’occasione di scambio naturale e simbiotico tra designer e artisti emergenti, gallerie, artigiani, collezionisti, architetti, amatori e l’intramontabile bellezza che solo Venezia sa portare.

Di seguito troverai il sito ufficiale dell’evento:
https://www.venicedesignweek.com/

Ultimo, ma non per importanza, il 31 di ottobre si terrà il secondo compleanno di VAIA.Per tutti i dettagli sugli incontri ed eventi pensati per questa occasione potete seguirci sui social dove forniremo maggiori dettagli…

8. (Y) OUR VOICE – La parola dei Vaier

Non è un caso che i nostri prodotto siano due amplificazione naturali, pensati per dare risalto al suono e alla visione.

In VAIA il nostro obiettivo è essere una piattaforma di amplificazione di idee, visioni, desideri e opinioni.

Per questo ci piacerebbe sapere cosa vorresti trovare nelle prossime rubriche, come potremmo contribuire a soddisfare la tua curiosità dal mondo green, e cosa tu ritenga che si meriti di essere amplificato. 

Intanto, ti ringraziamo di aver partecipato a questo Brunch sostenibile, e ti auguriamo un buon proseguimento di fine settimana in attesa di rivederci al prossimo appuntamento con VAIA.

A presto!

Silvia

Informazioni

Vaia srl - P.IVA -  02562650222

Via Puisle, 23 Borgo Valsugana, Trento 38051

REA: 233765

Contattaci

Servizio clienti:
+39 350 139 5944

info@vaiawood.eu

vaiasrl@pec.it

Powered with ♥ by ExVoid Web Agency

Rimani aggiornato

Entra nella community di VAIA

Privacy Policy

You have Successfully Subscribed!